Martedì 28 novembre si è svolta l’Assemblea annuale dei Soci del Comitato san Giovanni e Tradizioni Onegliesi, riuniti presso la sede sociale di via Garessio e alla quale hanno partecipato la quasi totalità degli aventi diritto.
L’incontro ha rappresentato anche l’ultimo atto ufficiale del Consiglio Direttivo uscente eletto nel novembre 2014 e rimasto in carica fino ad oggi.
Marco Podestà, presidente in carica, ha esposto l’attività svolta durante questi tre anni vissuti intensamente e con laboriosità, un nuovo capitolo della storia del Comitato, caratterizzata da attestazioni di stima e riconoscenza da parte delle Istituzioni pubbliche, dell’imprenditoria locale e da semplici cittadini, ma anche da alcuni momenti di tristezza e disagio per la perdita di alcuni amici storici che per tanti anni hanno accompagnato la vita dell’associazione.
La rinnovata ed accogliente sede di cui oggi il Comitato è giustamente fiero ed orgoglioso, è il risultato finale di quel “ lavoro di squadra “ nel quale dirigenti, soci, familiari e collaboratori, tutti insieme, hanno profuso ed offerto, nell’ambito delle proprie disponibilità di tempo, tanta passione e dedizione.

Durante la serata si è proceduto alla elezione del nuovo Consiglio Direttivo che dovrà traghettare il Comitato nel prossimo triennio 2018/2020. La squadra è stata in parte rinnovata, ma soprattutto è stata potenziata con l’inserimento di nuovi dirigenti, capaci e volonterosi, ai quali è affidato il compito di offrire una ulteriore prova di maturità e rinnovata partecipazione alla vita associativa, assistenziale e culturale della nostra città.

Marco Podestà è stato confermato nella carica di presidente. Al suo fianco opereranno nel duplice ruolo di vice presidenti, Guido Marchese e Nino Francesco Corbeddu, mentre gli altri componenti il consiglio direttivo sono Antonio Rettagliati, Massimo Roggero, Mario Martino, Stefano Zerbone, Bruno Guasco e Massimo Nalli.

La struttura operativa del Comitato è poi completata dai collaboratori dell’Ufficio di Segreteria
( Anna Boriasco, Walter Savigliano, Silvio Raimondi e Mirco Marvaldi ), dal Collegio dei Probiviri composto da Celestina Corso, Giovanni Spalla e Roberto Sbriscia e dal Collegio dei Revisori dei Conti composto da Gianluca Lanteri ed Enrico Siccardi.

Dice Marco Podestà: sono stati tre anni intensi che hanno richiesto un impegno e dedizione particolarmente oneroso da parte di tutti e caratterizzati da momenti di comprensione e mediazione da parte dei tanti soggetti coinvolti in questo cambiamento. Gli eventi e gli aspetti più significativi di questo cammino sono stati ampiamente esposti in occasione della celebrazione del 35° di fondazione svoltosi il 2 aprile u.s.

Il Concorso fotografico del 2015, le tre edizioni del Carnevale dei bimbi del mese di febbraio, le tre edizioni della tradizionale Festa di San Giovanni del mese di giugno, sempre più ricca ed interessante vissuta da tanta gente, il concorso di ricerca gastronomico “ Ineja Young 2015 “ riservato a tutte le scuole della provincia, le partecipazioni all’Expo Valle Arroscia e ad Oliolva, la stampa delle pubblicazione “Le antiche ricette delle nostre nonne “, le convenzioni di collaborazione sottoscritte con il Comune di Imperia ed alcuni Istituti scolastici della città, le attività del mese di dicembre indirizzate alla solidarietà, rappresentano certamente “ qualcosa “ di cui essere fieri e soddisfatti.