Il Presidente della Camera, Laura Boldrini, ha denunciato il sindaco leghista di Pontinvrea (Savona), Matteo Camiciottoli, chiedendo un risarcimento danni. Su Facebook commentando gli stupri avvenuti in spiaggia a Rimini, il primo cittadino aveva scritto che gli arrestati “dovevano essere mandati ai domiciliari a casa della Boldrini, magari le mettono il sorriso”. “La Terza carica dello Stato vorrebbe negare il diritto di critica e mettere un bavaglio alla libertà di pensiero, sanciti dalla Costituzione” sostiene Camiciottoli.