Il 21 novembre alle ore 16.30 per il Ciclo “Riconoscere le emozioni” il gradito ritorno del Prof. Francesco Aquilar con il suo ultimo libro:” “Condividere i ricordi. Psicoterapia cognitiva e funzioni della memoria”.(Franco Angeli editore). L’incontro è stato inserito nel piano di Formazione dei docenti. In collaborazione con la Famija Sanremasca continua nel foyer la grande esposizione su Sanremo i Ruggenti Anni Trenta.
“Condividere i ricordi”
Il volume è incentrato sulla relazione tra condivisione dei ricordi, funzioni della memoria e psicoterapia cognitiva, questo volume propone una sintesi delle più recenti acquisizioni psicologiche, neurologiche e neuropsicologiche sulle funzioni e disfunzioni della memoria, per poi esaminare la pratica clinica della psicoterapia cognitiva delle memorie problematiche con e senza ipnosi.

Presentazione del volume

La condivisione dei ricordi è un processo essenziale di ogni psicoterapia. Ma quali sono gli effetti della condivisione psicoterapeutica dei ricordi? Qual è il valore delle memorie condivise? In che modo si possono rimodulare le memorie e i significati individuali?
In questo volume, centrato sulla relazione tra condivisione dei ricordi, funzioni della memoria e psicoterapia cognitiva, il discorso comincia con una sintesi delle più recenti acquisizioni psicologiche, neurologiche e neuropsicologiche sulle funzioni e disfunzioni della memoria, per poi esaminare la pratica clinica della psicoterapia cognitiva delle memorie problematiche.
I ricordi d’amore e di disamore vissuti nella vita e raccontati in psicoterapia malgrado i sintomi dissociativi, la ricostruzione della storia di attaccamento che si effettua in psicoterapia cognitivo-sociale, la gestione dei ricordi difficili con l’aiuto della mindfulness, la memoria dei sogni e la sua utilizzazione cognitivista e l’eccesso di memoria nello stalking sono alcuni tra gli argomenti trattati con ampiezza di approfondimento.
Inoltre, nel libro si descrive accuratamente il modo in cui ricordano i depressi, i fobici, coloro che soffrono di disturbi alimentari, gli ossessivi e i soggetti con disturbi di personalità, delineando come sia possibile ristrutturare, in psicoterapia cognitiva, le funzioni della memoria dei diversi pazienti, specie quando essa comporta problemi, difficoltà o alterazioni per difetto o per eccesso.

Francesco Aquilar, psicologo e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale, è presidente dell’Associazione Italiana di Psicoterapia Cognitiva e Sociale (AIPCOS, Napoli), vice-presidente della European Association for Negotiation and Mediation (EANAM, Bruxelles), didatta della Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva (SITCC) e docente presso la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-comportamentale CRP di Roma. Tra i suoi numerosi volumi pubblicati per i nostri tipi: Riconoscere le emozioni, Parlare per capirsi. Strumenti di psicoterapia cognitiva per una comunicazione funzionale e Parlare d’amore. Psicologia e psicoterapia cognitiva delle relazioni intime.
Maria Pia Pugliese, psicologa, psicodiagnosta, specialista in psicoterapia cognitiva e comportamentale, è supervisore dell’Associazione Italiana di Psicoterapia Cognitiva e Sociale (AIPCOS, Napoli), socio ordinario della Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva (SITCC) e docente presso la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-comportamentale CRP di Roma. Ha pubblicato per i nostri tipi (con F. Aquilar): Psicoterapia cognitiva della depressione. Le diverse forme di depressione e i possibili interventi terapeutici.
Il prossimo appuntamento con i Martedì Letterari è per il 28 novembre alle ore 16.30. Luigi Mattioli presenta il libro: “Gens vaga. Quando i Cimbri e i Teutoni fecero tremare Roma”. L’incontro è inserito nel piano di formazione dei Docenti.