Mostra Collettiva per le palme perdute
Finissage domenica 19 novembre alle ore 19 con “INCENSUM”, performance di Lucia Palmero, all’Oratorio San Bartolomeo in piazza del popolo, a Bordighera Alta.
“Incensum”: incenso. Sacrificio, olocausto. Accensione delle luci.

La definizione del termine coincide con il percorso e i temi ricercati e seguiti dall’artista ventimigliese Lucia Palmero nello studio e realizzazione dell’opera performance “site specific” per i contenuti della mostra che intende celebrare e per lo stesso spazio che la ospita. Si tratta d’altronde dell’ultima opera d’arte presentata, parte integrante e conclusiva della collettiva. Lucia presenta e interpreta “Incensum” domenica 19 novembre alle ore 19, all’Oratorio San Bartolomeo di Bordighera Alta, quale evento “finissage” della fortunata collettiva “Per le Palme Perdute”, in cui 33 artisti cosmopoliti si sono espressi e hanno esposto le proprie opere, quale tributo e omaggio alla sofferenza e alla devastazione delle palme, elemento di inestimabile importanza e valore per il nostro paesaggio patrimoniale, a causa del punteruolo rosso e dell’incuria dell’uomo.
È un rito iniziatico e di passaggio che l’artista metterà in scena domenica sera, un tentativo sereno di scuotere le coscienze, di restituire il lume della ragione all’uomo che disprezza la Natura, a cui semplicemente deve la vita. È una performance multi sensoriale, una sinestesia scenica dove lo spettatore si perderà, catturato da diversi stimoli e simboli.
È infine un evento molto pragmatico in cui un “antico” papiro intitolato alle palme perdute, con una richiesta corale di intervento immediato per salvare la natura – sottoscritto dai 33 artisti e da chiunque domenica deciderà di farlo- sarà consegnato al primo cittadino di Bordighera, quale rappresentante di una città estremamente simbolica, considerata da secoli “Regina delle Palme”.