Nella giornata di ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Sanremo, impegnati in un servizio finalizzato al contrasto dei reati in materia di consumo e spaccio di stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici, hanno tratto in arresto in flagranza due cittadini stranieri di origine nordafricana responsabili del reato di spaccio di sostanze stupefacenti aggravato. I due soggetti, W.B., marocchino cl. 87 e A.A.N., tunisino cl. 87, entrambi senza fissa dimora e già noti alle forze dell’ordine, sono stati notati dai Carabinieri mentre si aggiravano con fare sospetto nei pressi dell’Istituto comprensivo “Sanremo Ponente”, che ricomprende frequentatori fino ai 14 anni, proprio in concomitanza dell’orario di uscita degli alunni.
I due individui, fermatisi davanti al plesso scolastico, non si sono avveduti della presenza dei carabinieri in borghese e proprio davanti ai loro occhi, hanno iniziato ad armeggiare una busta di plastica ove era contenuta la droga per suddividersi le dosi che verosimilmente sarebbero state di li a breve vendute.
A seguito di una perquisizione personale sono stati trovati in possesso di 14 dosi di eroina per un peso complessivo di 10 grammi oltre alla somma in contante di sessanta euro in banconote di piccolo taglio.
I due nordafricani sono stati tratti in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti aggravato dall’averlo commesso in prossimità di una scuola e saranno giudicati nella giornata di domani con rito direttissimo.