Si rinnova l’appuntamento con la Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, giunta alla sua seconda edizione, con l’obiettivo di promuovere, a livello internazionale, le tradizioni culinarie ed enogastronomiche quali segni distintivi dell’identità e della cultura italiana.
Punto di riferimento, per le oltre 1000 attività previste, le sedi diplomatico-consolari: “Percorreremo l’Italia attraverso alcune delle sue eccellenze – dichiara l’Ambasciatore d’Italia Cristiano Gallo – faremo il punto sullo stato dell’arte della produzione vitivinicola nazionale, e come, nel corso degli ultimi anni, si sia registrato un sensibile aumento del livello qualitativo e delle esportazioni, fatto che ha portato l’Italia in vetta alla classifica dei produttori vinicoli mondiali. Verrà altresì sottolineato il ruolo del sommelier, quale ambasciatore del made in Italy.”
Nel complesso degli eventi che si svolgeranno nelle oltre 100 sedi diplomatiche nel mondo, l’Ambasciata d’Italia nel Principato di Monaco ha organizzato due interessanti appuntamenti: il 23 novembre la Salle Bellevue del Café de Paris ospiterà alle 10,30 il convegno “La Cucina Italiana, sana, sostenibile e di qualità”, sulla base delle 5 diete ideate da Mario Pianesi, fondatore di UPM, mentre il 24 è previsto un laboratorio di degustazione che racconterà i diversi territori italiani attraverso 6 vini.
Questo viaggio virtuale e gusto-olfattivo, sarà guidato dai degustatori dell’Associazione Italiana Sommelier e organizzato in collaborazione con Communiqué.