Un secondo frantoio, dopo quello della società “Do.Val.Pre”, è finito nel mirino della Finanza per la questione dell’inquinamento nel torrente Prino.
Indagati per disastro ambientale sono i titolari del frantoio Ghiglione a Dolcedo. Gli scarti dal lavaggio e dalla lavorazione delle olive, residui non trattati, finivano nel terreno inquinando le acque del vicino torrente, come scrive Maurizio Vezzaro su “La Stampa”.