“La Lega Sezione Ventimiglia desidera esprimere solidarietà al Sindaco Dott. Ioculano vittima di ripetute minacce di morte. Questo modo di agire non fa parte della normale dialettica politica ed è inaccettabile in un contesto democratico. Detto questo il giudizio della Lega Ventimiglia sull’operato dell’attuale Giunta e in particolare sulla questione dei flussi migratori rimane assolutamente negativo in quanto gli stessi non sono stati minimamente contrastati – anzi la maggioranza del Partito Democratico che governa da più di 3 anni la nostra città ha fatto dell’accoglienza a tutti i costi una bandiera con pesantissime ripercussioni sulla sicurezza delle famiglie, degli anziani, dei frontalieri, delle attività commerciali e della città in generale. Auspichiamo un veloce cambio di rotta oltre che l’arrivo, come richiesto dalla Prefettura, di un adeguato contingente militare che possa garantire, in particolare nelle ore serali e nelle zone sensibili con pattuglie a piedi, la sicurezza dei nostri concittadini andando ad aggiungersi ed in sinergia con il grande lavoro già effettuato sul territorio dalle Forze dell’Ordine già presenti. Naturalmente l’impegno dei Militari in città deve essere solo una soluzione temporanea e il Sindaco deve in tutti i modi possibili far sì che il Ministro dell’Interno blocchi questo flusso di persone prima che raggiunga Ventimiglia perché la popolazione è stanca di essere tra il martello dei nuovi continui arrivi e l’incudine rappresentata dai francesi che hanno sigillato la Frontiera trasformando Ventimiglia in un immenso Campo Profughi con le conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti”.
Andrea Spinosi, Segretario della Lega Ventimiglia

Esprimiamo tutta la solidarietà al Sindaco per la vile aggressione epistolare subita, non meno grave che se fosse quella fisica minacciata. Ci auguriamo che maggiore serenità porti il Consiglio Comunale straordinario che abbiamo chiesto affinché sulla questione migranti la città possa avanzare precise richieste al Governo tramite una mozione approvata in quella seduta.
Carlo Iachino
Consigliere Comunale di PROGETTO VENTIMIGLIA

Esprimo la mia massima solidarietà al Sindaco Enrico Ioculano e alla sua famiglia per le minacce ricevute. Durante il mio mandato ho vissuto in prima persona episodi analoghi, dapprima con il ricevimento simbolico di alcuni proiettili e quindi con il sabotaggio all’auto del Comune.
Chi si nasconde dietro a questi gesti inqualificabili è un vile e mi auguro che i responsabili possano essere individuati e perseguiti. Al Sindaco di Ventimiglia va la mia solidarietà umana e politica.
Carlo Capacci, sindaco di Imperia