Giovedì 23 novembre la blogger Raffaella Fenoglio di Vallebona porterà un angolo del Ponente Ligure su Rai 3 sarà infatti ospite in diretta di “I ricettari della memoria” rubrica settimanale del professor Danilo Gasperini all’interno del programma Geo & Geo condotta da Sveva Sagramola. La Fenoglio, autrice per ragazzi e bambini, è la foodblogger di Tre Civette sul comò – il primo foodblog a basso indice glicemico, è anche autrice di ricettari. L’ultimo uscito in libreria è Abbasso l’indice glicemico – Terra Nuova Edizioni, che contiene ricette per mangiare bene e in modo gustoso senza far subire dannosi picchi glicemici al nostro organismo, secondo le regole auree della Dieta Mediterranea come spiega la Dottoressa Silvia Migliaccio nell’introduzione al volume. 54 ricette, dalle basi della cucina ai dolci per essere creativi e in salute.
A Geo & Geo la Fenoglio è stata chiamata a parlare del primo, e più volte riedito, Pan e Pumata – Edizioni Zem, che intervalla ricette del Ponente con ricordi e foto di famiglia. Una saga che si snoda tra i nonni liguri, nonna bordigotta e nonno savonese, e i nonni piemontesi per arrivare ai primi di anni di vita dell’autrice. Incontri, guerre, emigrazioni, aneddoti di una Bordighera dei primi Novecento che non esiste più, e poi cineforum impegnati, canzoni di Guccini, la Guerra Fredda e le incongruenze degli anni Settanta viste dagli occhi di una bambina.
Insomma in Pan e Pumata c’è un pezzo della storia condivisa di tutti noi. Ma soprattutto tra le pagine aleggiano le sapienti mani della nonna dell’autrice: Ada Pignone. Si narra della sua maestria nel cucinare ogni cosa in modo sopraffino e del calore di una cucina sempre aperta ad ospitare e ascoltare.
Ed è proprio da Pan e Pumata saranno estratte tre ricette di nonna Ada riproposte in diretta da Anna Maria Pellegrino, rinomata chef di Vigonza, che sono il Turtelo – torta verde -, le Anciue cine – acciughe ripiene – e la torta dolce lievitata profumata ai fiori d’arancio, in una versione meno blasonata della famosa Turta de Lurè di Ventimiglia. Il volume è magnificamente illustrato dagli schizzi di Magda Bernini.