Ospedaletti 5 – 2 Sant’Olcese, la riscossa Orange non si lascia attendere
“Nota di merito per Luca Gambacorta”
La sfida contro i grigioblu sembrava essere partita con il piede sbagliato. Dopo poco una leggerezza di Feliciello in difesa ha provocato la prima rete su rigore per la Sant’Olcese. Forse meglio così, perché l’Ospedaletti è venuto fuori così con tutta la sua voglia di riscatto.
Il pari, per la prima delle tre reti di Gambacorta, è scaturito da un gran bel lancio di Diego Rossi, autore anche di un’ottima prestazione dopo un periodo di assenza dal campo.
Subito dopo, la conferma, se mai ce ne fosse bisogno, di Fabio Sturaro, a rete su assist di Espinal, infaticabile, incontenibile e uomo partita anche quando non segna.
Sarà questo il leitmotiv della partita, con Gambacorta che risponde a Sturaro, e l’intermezzo di Espinal nel servire gli assist, fino al 5 a 2 finale. Spiace un po’ per i due gol presi, il secondo dei quali nuovamente sul finire della partita. Ma quel che conta è che dopo la brutta prestazione di domenica scorsa la squadra abbia reagito nel migliore dei modi, comandando il gioco dall’inizio alla fine.
Gambacorta, partito per la prima volta dall’inizio, non ha sbagliato un tiro. Freddo e letale davanti al portiere avversario. Ha saputo cogliere la sua occasione, altro esempio di cosa vuol dire #essereOrange. Per lui la nota di merito della partita.

La rosa di partenza: Farsoni, Fraticelli, Cadenazzi, Cariello, Feliciello, Alasia, Geraci, Rossi, Gambacorta, Sturaro F., Espinal.
A disposizione del mister Biffi: Cedeno, Calabrese, De Mare, Costo, Meo, Grifo, Lamberti.
Sostituzioni: Meo per Sturaro al 27° st; De Mare per Cariello al minuto ‘28 st, Costo al posto di Gambacorta all’36° st, Grifo per Geraci e Lamberti per Espinal al 39° st.
Ammoniti: Feliciello (12°, pt), Cariello (25°, pt), Sturaro (43° pt), Farsoni (21°), Meo (41°).