Domenica nel campionato di Eccellenza è in programma una partita importante ma difficile per l’Imperia contro un Busalla con voglia di rivalsa dopo la doppia sconfitta maturata domenica contro la capolista Vado e nel recupero infrasettimanale contro il Ventimiglia. In dubbio il bomber neroazzurro capocannoniere del campionato d’Eccellenza con 8 reti Pietro Daddi che nel pomeriggio si è sottoposto ad una risonanza magnetica per valutare un possibile stiramento, rientro di Leonardo Canu autore del primo assist contro il Rapallo Ruentes e di altre due azioni da rete poi neutralizzate dall’estremo difensore del Rapallo. Arturo Ymeri esprime le proprie considerazioni in vista dell’ottavo turno di campionato ricordando anche la bella ma sfortunata prestazione contro la Rivarolese nella semifinale di Coppa Italia Eccellenza.
“Mercoledì contro la Rivarolese credevamo di riuscire a portare a casa la vittoria – dichiara Ymeri – purtroppo eravamo un po’ rimaneggiati, poi anche Daddi è uscito dal campo dolorante poco dopo l’inizio del secondo tempo e abbiamo giocato con dei ragazzi giovani che hanno comunque fatto benissimo. Nel secondo tempo abbiamo giocato molto bene, la prestazione c’è stata, nonostante il risultato. Tutti hanno dato il massimo e questa cosa è stata vista sicuramente anche dal pubblico presente che, nonostante la sconfitta, ha applaudito tutta la squadra al termine della partita. La cosa importante è stata la nostra determinazione nel cercare un risultato positivo contro una delle squadre più forti del campionato e questo ha dato ancora più fiducia a tutto il gruppo. Un gruppo forte che cresce sempre di più tra intesa e morale in generale. Ora speriamo di recuperare tutti al più presto come Sanci, Daddi e Cocito. Con il Busalla domenica, viste le assenze, dobbiamo fare meglio delle partite precedenti perché non è facile non avendo le sicurezze che di solito abbiamo in attacco. Sicuramente se siamo determinati possiamo vincere, io sono fiducioso anche perché in allenamento filtra più sicurezza nei nostri mezzi e ottimismo che deriva anche dai risultati ottenuti”.