Un assistente capo della polizia stradale di 45 anni di Genova Sampierdarena si è ucciso durante il servizio di pattuglia in autostrada. Sceso dall’auto di servizio, si è allontanato con una scusa e poco dopo si è sparato un colpo.
L’agente, a quanto apprende l’Ansa, era sposato e con la madre gravemente malata.