L’Alleanza, associazione politica provinciale, scrive riguardo alla situazione di degrado nei cimiteri di tutta la provincia.
 
A ridosso della ricorrenza annuale nella quale si ricordano i nostri defunti, ci dispiace dover denunciare una situazione di totale degrado nei maggiori cimiteri della nostra provincia. È assurdo constatare quanta poca cura e poca attenzione venga rivolga a luoghi sacri e delicati per ognuno di noi.
 
Nello specifico, vogliamo porgere all’attenzione delle amministrazioni comunali, la situazione del cimitero di Imperia Porto Maurizio, dove l’accesso ad alcune aree è impossibilitato per la presenza di erbacce altissime e terreno dissestato; qui basterebbe un intervento rapido e semplice per rendere l’area pulita e accessibile, ma la trascuratezza e il menefreghismo sembrano fare da padroni;
 
Un altro caso è quello del cimitero Monumentale di Sanremo, dove ormai da mesi esiste “l’area rossa” inaccessibile al pubblico, e che nonostante sia riconosciuta anche dall’Asl a “pericolo minimo”, rimane chiusa. Era così impossibile pensare ad un intervento che finisse almeno in tempo per le festività, visto che questa situazione di disagio continua da mesi?
 
Ultimo ma non ultimo, il caso più eclatante: quello del Cimitero di Ventimiglia. Qui il degrado si manifesta semplicemente passeggiando all’interno del cimitero e imbattendosi in… ossa. È documentato anche nelle foto che alleghiamo, come sulla pavimentazione di pietre e sabbia del cimitero, si trovino i resti di esumazioni fatte male e senza un briciolo di professionalità. Possibile che nessuno se ne sia accorto e non abbia provveduto ad una bonifica dell’area?
 
Ecco come si appresta la nostra provincia ad accogliere i tanti, tantissimi cittadini che nei prossimi giorni faranno visita ai propri cari. Ci chiediamo dove sia il senso civico delle amministrazioni, la voglia di dare serenità ai propri cittadini e un servizio minimo in un momento di ricordo e raccoglimento.