Un Totò credibile ed emozionante ha confermato la versatilità di Alessandro Preziosi che a teatro dà il meglio di sé e che con il dialetto napoletano si sente a casa. Un pubblico giovane e attento quello che ha riempito il Teatro des Variétés a Montecarlo, per un racconto della vita artistica, ma anche privata del Principe Antonio De Curtis. Una serata divertente, coinvolgente, sottolineata da grandi applausi per Alessandro Preziosi e Daniele Bonaviri, che lo accompagnava con la sua chitarra dal vivo. Una scena suggestiva e un attore, Preziosi, che ha saputo regalare le emozioni di una storia nota, la vicenda di un comico per talento e quasi per destino, di un uomo capace di far ridere, divertire, commuovere, incantare le donne e soprattutto di raccontare un pezzo della storia di un Paese e di una comunità meglio di quanto molti storici e sociologi abbiano fatto.
Il ‘suo’ Totò nasce con l’obiettivo di accendere nella fantasia degli spettatori il piacere della commedia, la curiosità dell’intelletto e una riflessione malinconica sulla vita e le sue stagioni, creando un ambiente intimo ed emozionante, al confine tra teatro e racconto. Tratto dai testi di Totò, dalle sue canzoni, lettere, diari, il recital di Preziosi crea una scrittura con una grande varietà di toni, riportando in vita un personaggio autentico, funambolico e trasformista, maschera sorridente e malinconica di un’Italia che non c’è più.
Alessandro Preziosi è piaciuto al pubblico italiano di Monaco, ma molte sono state anche le presenze di spettatori francesi e monegaschi. Lo stesso attore ha dimostrato di apprezzare la scena del Teatro des Variétés e un pubblico caloroso e attento. Ancora un grande successo da tutto esaurito, per il primo evento della stagione 2017/2018 firmato Dante Alighieri di Monaco.