Roberto Viale, 58enne di Diano Marina morto per un tragico incidente di caccia nei boschi di Bardineto, è spirato per una vasta emorragia interna. Questo quanto emerso dall’autopsia eseguita dal medico legale Marco Canepa. Il colpo del fucile del cacciatore 25enne Luigi Maule (indagato per omicidio colposo) ha raggiunto la vittima alla schiena mentre era in piedi. Il proiettile di grosso calibro ha danneggiato il polmone e il fegato causando lesioni interne gravissime, come scrive “La Stampa”.