Tragedia familiare a Como. Un 49enne marocchino avrebbe volontariamente appiccato il fuoco alla casa in cui viveva con 4 bimbe di età compresa tra i 3 e i 12 anni e poi si sarebbe ucciso. Per le ustioni e le intossicazioni riportate nel rogo, tre delle quattro bambine sono morte in ospedale, mentre la quarta, ricoverata a Cantù, è in gravissime condizioni. Si è salvata la moglie del marocchino che di recente era stata ricoverata in una struttura di Como per problemi psichiatrici.