Grande partecipazione per il Martedì Letterario dedicato al ciclo “La cultura della legalità” che ha visto come protagonisti Nicola Gratteri, Procuratore Capo di Catanzaro e Grazia Pradella, Procuratore aggiunto di Imperia. I due magistrati hanno raccontato non solo la loro esperienza ma anche come si è modificato il panorama criminale organizzato in Italia negli ultimi anni, sottolineando la decisiva importanza che famiglia e scuola hanno nella formazione del sentimento della legalità nelle nuove generazioni. Il Dott. Nicola Gratteri, nel suo libro:” “L’inganno della Mafia. Quando i criminali diventano eroi” (Rai Eri) ricorda tra gli altri Paolo Borsellino:” La lotta alla mafia.. non doveva essere soltanto una distaccata opera di repressione, ma un movimento culturale e morale che coinvolgesse tutti e specialmente le giovani generazioni, le più adatte a sentire subito la bellezza del fresco profumo di libertà che fa rifiutare il puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della continguità e quindi della complicità.” (Paolo Borsellino)

Scrive il Dottor Gratteri
“Per combattere le mafie è opportuno tornare a parlare di giustizia e di legalià.E fare in modo che ciascuno, nell’ambito della sua vita e della sua professione, si senta in lotta per un obbiettivo comune. Fino a quando la battaglia contro le mafie sarà delegata a pochi, il confronto sarà ineguale. Il racconto della legalità non ha bisogno di eroi. Il vero eroe è colui che agisce con onestà, che dice no a forme di facile guadagno e che vive quotidianamente osservando la legge. Bisogna riscoprire la banalità del bene, o meglio, il fascino della normalità.”
Hanno portato il saluto del Casinò, e del Comune di Sanremo il Direttore Generale Ing. Giancarlo Prestinoni e l’assessore sanremese Eugenio Nocita.
Nel foyer gli ospiti hanno ammirato l’esposizione “I Templari : dalle origini ai giorni nostri.Viaggio attraverso i reperti storici dei Pauperes Commilitones Christi, organizzata in collaborazione con l’I.S.P.A.C. – Istituto per lo Studio e la Promozione dell’Arte e della Cultura. L’esposizione, posta sotto l’alto patrocinio del V.E.O.S.P.S.S. – Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis, ripercorrerà la storia dei gloriosi Templari, dalle origini (1118) sino ai nostri giorni. Si potranno ammirare importantissimi reperti storici, reliquie, testi antichi e quadri inerenti i Poveri Cavalieri di Cristo sino al 22 ottobre.
Il 24 ottobre In collaborazione con il consolato Russo nel Teatro dell’Opera alle ore 16.30 sarà presente lo scrittore Michail Talalay. Tatiana Rykoun, Direttore della rivista “Il lago di Como”. Verrà inaugurata la mostra di Jurij Tilman ”La forza del mare. L’incontro è stato inserito nel piano di Formazione dei Docenti.