L’associazione Sanremo Sostenibile organizza a quarta edizione della Festa del Baratto, che si terrà domenica, 15 ottobre dalle ore 15 nel portico del Palafiori di corso Garibaldi a Sanremo.
Il “baratto” è un modo per scambiare beni con altri beni favorendo il riuso ed il riciclo di oggetti di uso quotidiano, approcciarsi al consumo e alla produzione di rifiuti in questo modo significa non solo risparmiare, ma anche e soprattutto imparare a sfruttare al meglio le risorse che già abbiamo a disposizione. Non c’è quindi miglior punto di partenza per costruire, insieme, un’economia che sia degna di questo nome, per l’appunto un’economia circolare che utilizzi nel miglior modo possibile le risorse disponibili.

“Siamo giunti alla quarta edizione e ciò ci rende estremamente felici, non tanto per il successo dell’iniziativa fine a sé stessa, ma soprattutto perché è la dimostrazione che questo tipo cultura si sta diffondendo capillarmente. Questa iniziativa è un piccolo grande esempio di applicazione pratica di uno degli obiettivi che da sempre la nostra associazione cerca di perseguire e per i quali cerca di diffonderne la cultura.
Già numerose persone hanno accolto l’invito a portare oggetti, abiti, libri presso il Palafiori per esporli e barattarli con altri oggetti portati da tutti i partecipanti. Sanremo Sostenibile ricorda che la manifestazione è totalmente gratuita e non occorre nessun tipo di iscrizione. Vi aspettiamo numerosi” dicono gli organizzatori.

Regolamento baratto:
1. Possono partecipare tutti i privati cittadini, lo scambio è consentito anche a minori se accompagnati da un adulto.
2. Possono essere scambiati: abbigliamento, oggettistica per la casa, libri, dischi, giocattoli e articoli per l’infanzia.
3. Non possono essere scambiati: beni alimentari, animali, oggetti offensivi del buon costume e della morale, oggetti di provenienza illecita, oggetti molto pesanti e ingombranti
4. Tutti gli oggetti dovranno essere puliti, in buono stato, funzionanti; gli oggetti saranno selezionati dagli organizzatori all’ingresso. Gli organizzatori si riservano la facoltà di non ammettere gli oggetti non adatti che verranno restituiti subito.
5. È possibile ammettere al baratto massimo 20 pezzi a persona, dei quali massimo 5 capi di abbigliamento e massimo 10 pezzi di biancheria.
6. Ai beni ammessi verrà assegnato dagli organizzatori un valore da 1 a 10 “punti scambio” per ogni oggetto e consegnati al partecipante.
7. Gli oggetti verranno esposti per genere, ogni partecipante potrà scegliere gli oggetti, consegnando in cambio i propri “punti scambio”
8. Gli oggetti rimanenti saranno trattenuti dall’organizzazione e donati ad associazioni benefiche.
9. Non sono accettate forme di pagamento con denaro