Stamani si è tenuta, in Prefettura ad Imperia, la periodica riunione della Sezione Terza della Conferenza Permanente, volta all’esame dello stato dei corsi d’acqua e delle condizioni dei versanti stradali e ferroviari interessati dal rischio idrogeologico. All’incontro, presieduto dal Prefetto Tizzano, hanno partecipato i responsabili provinciali del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, della Capitaneria di Porto, del Servizio Protezione Civile della Regione Liguria, del Gruppo Carabinieri Forestali, rappresentanti della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza, dell’Amministrazione Provinciale e dei Comuni della provincia, dell’ANAS e di Rete Ferroviaria Italiana.
Per il territorio della provincia, particolarmente vulnerabile sotto il profilo idrogeologico, l’appuntamento annuale si è aperto con l’illustrazione, anche attraverso slides, del monitoraggio sui corsi d’acqua effettuato all’inizio del periodo autunnale: la Capitaneria di Porto ha verificato gli aspetti relativi alla foce di rivi e torrenti, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco ha richiamato l’attenzione su situazioni suscettibili di incidere sulla sicurezza, sotto il profilo idro-geologico, di agglomerati urbani ed il Gruppo Carabinieri Forestale ha concluso l’analisi, attraverso l’esame delle criticità relative a versanti interessati da movimenti franosi.
Nel corso dell’iniziativa, alcuni amministratori locali hanno esposto difficoltà operative di intervento, alcune delle quali già note, per le quali il rappresentante della Regione ha assicurato l’interessamento ed approfondimento normativo.
Nell’occasione, pur nella consapevolezza della attuale scarsità di risorse atte a fronteggiare in modo esaustivo le problematiche evidenziate, i Sindaci sono stati sensibilizzati ad effettuare tutti gli adempimenti di competenza, per la messa in sicurezza delle aree segnalate potenzialmente a rischio, anche sulla base delle dettagliate indicazioni formulate in sede di riunione.