Il procuratore capo di Genova Francesco Cozzi ha incontrato i legali della Lega Nord dopo il sequestro delle somme dai conti correnti del partito.
“La strada maestra è l’eventuale prestazione di garanzie: per esempio una fideiussione o con un immobile e così potrebbero ottenere lo svincolo delle somme” dice Cozzi.
Nei prossimi giorni la Procura presenterà una relazione al tribunale in cui chiederà anche se quanto sequestrato è sufficiente o se bisogna proseguire con eventuali somme che il partito otterrà in futuro. Un milione e 800 mila euro è la cifra bloccata dalla Finanza sui conti della Lega sparsi in tutta Italia (anche nelle sedi della Lega di Imperia e Sanremo) secondo quanto trapela da Palazzo di Giustizia.