Ventimiglia| Massimo Morabito nostro lettore segnala nuovamente la sosta selvaggia che avviene puntualmente a ridosso del confine di stato più precisamente in corrispondenza della spiaggia del Darsenun più conosciuta per le “casette” costruite a ridosso della spiaggia che negli anni sono state oggetto di vicende legali e polemiche. La situazione di sosta selvaggia è particolarmente pericolosa visto che la strada è fortemente trafficata ( vedi le foto ) ma ecco cosa ci scrive Massimo Morabito

Anche quest anno, come tutti i trascorsi, si può constatare come la negligenza e la strafottenza degli organi preposti al controllo abbia oltrepassato i limiti di tolleranza.

Malgrado le molteplici segnalazioni effettuate, correlate anche da articoli sui giornali locali, si continua in maniera imperterrita a parcheggiare su linea continua lungo Corso Europa soprattutto, procedendo in direzione Francia, dopo la galleria “La Mortola” e prima della galleria “Balzi Rossi” all’altezza delle villette costruite sulla spiaggia.

Questo tipo di comportamento selvaggio comporta seri problemi a chi guida perchè chi parcheggia o esce dal parcheggio irregolare spesso lo fa senza accendere la freccia e comunque essendo in piena curva è impossibile vederlo se non all’ultimo secondo schivando come uno sciatore di slalom…poi ci si lamenta e dispera con lacrime di coccodrillo quando giovani ragazzi perdono la vita, vero Sindaco?

Lo street control non serve a nulla e questo è un dato di fatto, ho inoltrato diverse richieste all’ANAS al fine di far installare spartitraffico in gomma gialla sulla linea continua ed impedire il parcheggio di vergognosi personaggi a cui probabilmente fan mal i piedi o non sanno pedalare. Ho anche chiesto l’intervento dei vigili andando direttamente in caserma a mostrare le immagini ma mi è stato risposto che vi è carenza di personale, strano però che per andare a far multe a Grimaldi il personale vi sia. Ho anche chiesto alla polizia stradale che mi ha consigliato di fare un esposto. Negli anni passati le stesse richieste furono fatte alla precedente amministrazione sempre con articoli su giornale correlati, ma come potete ben vedere la situazione è sempre vergognosa.

Vorrei far notare inoltre che spesso per tornare in Francia i parcheggiatori selvaggi compiono un svolta ad “U” su doppia linea continua mettendo in pericolo la vita delle persone, ma anche questo sembra non interessare molto così come il Parco Regionale trasformato in discarica a cielo aperto da clandestini e pervertiti sessuali che abbandonano di tutto in una zona che dovrebbe essere protetta. Forse, dato che è una pineta non interessa all’amministrazione vista la fine che i pini han fatto in giro per Ventimiglia.

Si spera che questo articolo venga letto dal WWF e Legambiente nonchè dal procuratore della repubblica al fine di stabilire di chi siano le colpe di tale mancanza visto il passaggio continuo di forze dell’ordine su quella strada.

Nel caso in cui si verificassero altri incidenti qualcuno dovrà prendersi le sue responsabilità cominciando già da adesso a rileggere il codice della strada nonchè l’omissione d’atti.

L’ANAS RESPONSABILE DEL TRATTO INTERESSATO interpellata da Morabito ha risposto di aver fatto presente della situazione a Polizia Locale e Carabinieri e ha aggiunto di stare studiando delle soluzioni per cercare di risolvere il problema. SoLuzioni quali segnaletica e intervento sul tratto di strada interessato.

Recentemente il passaggio dello Street Control ha scatenato polemiche nella frazione di Mortola ove non esistono parcheggi e i residenti giocoforza devono parcheggiare sui marciapiedi in divieto le multe a raffica hanno indispettito i residenti che vorrebbero incontrare il sindaco ma al momento si tratta di un’ipotesi da confermare.