Operazione antiterrorismo della Polizia dopo l’attentato di Barcellona: controllati tra il 28 e il 30 Agosto, 27.043 furgoni in prossimità dei centri storici delle città italiane. Sono stati 24 gli arresti (la maggior parte per reati connessi alla droga) e 114 le persone denunciate, tra le 32.619 controllate, di cui 5.634 stranieri. Sono 157 i mezzi sequestrati e 1.240 le contravvenzioni. Sul totale delle oltre 10 mila persone controllate in ognuna delle tre giornate il 21% aveva precedenti di polizia.
L’attività, realizzata d’intesa con la Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione, ha visto coinvolte le volanti delle Questure e dei Commissariati di P.S., i Reparti Prevenzione Crimine, la Polizia Stradale con una intensificazione dei posti di controllo in prossimità degli accessi ai centri storici e, come avvenuto per la città di Imperia, di Sanremo e Ventimiglia soprattutto a ridosso delle aree in cui si svolgono i tradizionali mercati settimanali, luoghi in cui si registra un consistente afflusso di turisti e residenti.
I servizi, volti all’identificazione dei conducenti, alla verifica dei dati attraverso le banche dati delle forze di polizia, compresa quella Schengen, hanno avuto come obiettivo anche quello di verificare la compatibilità delle merci trasportate dai veicoli controllati e quelle dichiarate nei documenti al seguito dei conducenti. Nell’operazione sono stati impegnati 3.500 poliziotti ogni giorno.
Nella provincia di Imperia sono stati controllati 460 tra furgoni, camion e bus. 896 persone, elevate 21 contravvenzioni al CDS, effettuati 3 arresti di cui 2 per reati in materia di stupefacenti.