Balzi Rossi| Malore in mare per un 26 enne questo pomeriggio davanti alla spiaggia dei Balzi Rossi quasi al confine con la Francia. Soccorso dalla Guardia Costiera e dalla Croce Verde Intemelia è stato trasportato in codice giallo all’ospedale di Sanremo.

L’uomo si trovava a bordo di uno dei tanti natanti che in questo periodo sono alla fonda davanti ai Balzi Rossi e Baia Beniamin a ridosso del confine con la Francia. Il giovane di Torino non si è sentito bene e gli altri occupanti il natante lo hanno soccorso e avvisato la guardia costiera che lo ha poi portato in salvo a riva e poi in ospedale.

I Dettagli :
Erano in mare con la loro imbarcazione, quando uno dei sette occupanti, un giovane di 25 anni, ha accusato un malore al petto.
E’ successo oggi intorno alle 14.50 quando una donna a bordo di un’imbarcazione a pochi metri dalla costa in località ”i balzi rossi” del comune di Ventimiglia, ha chiamato il N.U.E. 112 chiedendo assistenza per il fidanzato T.A. 26 anni di Torino anni a bordo che accusava dolori al petto.
La chiamata ricevuta dai VVF è stata poi smistata alla Sala Operativa della Guardia Costiera di Imperia che ha disposto l’immediato invio della motovedetta di soccorso ognitempo CP 864 di Sanremo.
Congiuntamente è stato coordinato dalla Guardia Costiera lo sbarco in emergenza dell’infortunato con un ambulanza del 118 che accompagnata da una pattuglia dell’ Ufficio Locale Marittimo di Ventimiglia ha soccorso il ragazzo sbarcato presso la spiaggia dei balzi rossi. In loco è intervenuto anche l’acquascooter dei VVF che ha provveduto a portare l’infortunato sulla spiaggia, dove, alla presenza dei militari della Guardia Costiera, è stato preso in carico dal 118 (tramite Croce Verde) che gli ha prestato le cure del caso, prima di ospedalizzarlo presso il Saint Charles di Bordighera accompagnato dalla madre.

L’Ufficio Circondariale Marittimo di Sanremo ricorda, infine, che per ogni emergenza in mare è sempre attivo, 24 ore su 24 su tutto il territorio nazionale, il numero blu gratuito per le emergenze in mare 1530, che permette di contattare la più vicina Capitaneria di porto per ricevere un’assistenza immediata.