Nell’ultima settimana, si sono svolte due manifestazioni di protesta a Ventimiglia.
Pur conoscendo e comprendendo le difficoltà dei Ventimigliesi (soprattutto gli abitanti di alcuni quartieri), dobbiamo registrare delle modalità della protesta poco costruttive e, in alcuni casi, aventi sembianze di ricatti e minacce.
Non volendo entrare nelle tematiche legate alla protesta (il Sindaco ha già portato avanti alcune istanze dei cittadini nelle sedi opportune, mantenendo i propri impegni), riteniamo questi comportamenti particolarmente gravi e vogliamo esprimere solidarietà al Sindaco che si trova di fronte al noto fenomeno migratorio e a tutto ciò che ne consegue.
Abbiamo apprezzato la sua capacità di agire responsabilmente, il suo continuo dialogo con la popolazione e il suo costante impegno per una migliore gestione di anni difficili, nei quali è riuscito comunque a portare avanti politiche amministrative di sviluppo (un esempio su tutti, lo sblocco dei lavori del porto).
Come socialisti, abbiamo scelto dall’inizio del fenomeno migratorio di non rilasciare dichiarazioni o avanzare facili polemiche, cercando di agire nelle sedi adatte.
Rilanciamo, quindi, l’invito del Sindaco ai cittadini, affinché si evitino strumentalizzazioni politiche su un disagio che esiste e si cerchi di frenare un eccessiva attenzione mediatica che non aiuta.
Restiamo tutti compatti e cerchiamo di fare fronte comune, isolando chi avanza richieste minacciando di bloccare la città o chi è già in campagna elettorale e cerca di creare consenso sulla questione migranti.
Ventimiglia deve andare avanti, ha dimostrato di poterlo fare con generosità.
PSI intemelio