Ventimiglia| Poteva finire nel dramma il tentativo di passaggio del confine da parte di un migrante questa mattina a Ponte San Luigi, vicino al Passo della Morte.
Rimasto appeso alla roccia dell’impervio burrone con il baratro davanti agli occhi l’uomo è stato salvato dal 118 e dai Vigili del Fuoco del Reparto Speleo Alpino fluviale (Saf) di Imperia. Il giovane sta bene e ha subìto solo un taglio a una gamba. Le operazioni di soccorso sono durate un’ora. Non è la prima volta che profughi diretti oltreconfine restano bloccati sul grande costone roccioso con strapiombi di 100 metri.