“Ci stiamo avvicinando alla data prevista per la chiusura prolungata – dichiara Sergio Scibilia, presidente della AGB- della linea ferroviaria Ventimiglia-Cuneo, nel buio totale a livello informativo.
Incredibilmente le Ferrovie dello Stato, le istituzioni non hanno ancora fornito l’agenda, le modalità di chiusura del collegamento ferroviario.
Ancora non si conoscono gli orari del servizio navetta previsto con i bus.
Una situazione incredibile.
Stiamo parlando di un servizio pubblico che verrà interrotto per diversi mesi.
È doveroso fornire le informazioni ai cittadini.
La AGB chiede garanzie affinché siano organizzati gli orari di percorrenza con le coincidenze verso Cuneo, Fossano nel Piemonte, in Liguria con Nizza, Monaco e Genova.
Serve un idoneo servizio per disabili.
Bisogna prevedere mezzi attrezzati per il trasporto degli sci e delle bici.
Bisogna programmare gli eventuali eventi nevosi che porrebbero creare intralci alla regolare circolazione dei bus navetta.
Serve una campagna di informazione capillare e dettagliata anche in diverse lingue, con totem nelle principali stazioni, visto anche il valore turistico della linea ferroviaria .
Bisogna coinvolgere le ASL di Cuneo ed Imperia per informare le persone che avranno bisogno di raggiungere gli ospedali in treno.
Le facoltà universitarie per le migliaia di studenti liguri che operano a Torino.
Bisogna coinvolgere le associazioni di categoria del turismo e le società che operano nel mondo dello sci.
Rivolgiamo quindi un appello alle Prefetture di Cuneo ed Imperia affinché intervengano a tutela dei cittadini.
Ci auguriamo- conclude Sergio Scibilia- di ricevere al più presto segnali positivi dalla Regione Piemonte, responsabile del servizio ferroviario e dalla Regione Liguria, per competenza territoriale, questo silenzio ci preoccupa”.
Associazione
Giuseppe Biancheri
Valorizzazione Linea ferroviaria Val Roya