Il porto di Imperia non potrà più essere venduto dai curatori fallimentari della Porto di Imperia Spa. Lo ha stabilito la Corte di Appello di Genova con una sentenza con la quale è stato accolto il doppio ricorso della stessa Spa e da Imperia Sviluppo Srl. Era stato chiesto di bloccare la vendita dei beni societari fino a che non si conoscerà la sentenza della Cassazione sulla validità del fallimento. Come scrive Andrea Pomati su “La Stampa” per i giudici non si possono vendere i beni di un’impresa prima che sia davvero fallita.