Conclusa la prima giornata di audizioni del XXX Concorso Internazionale di Esecuzione Strumentale “Giovani Talenti” e “Premio Rovere d’Oro” (San Bartolomeo al Mare, Direttore artistico Christian Lavernier).
Sono stati attribuiti i primi riconoscimenti ai Giovani Talenti: nella categoria Pianoforte/Fasce 4-5-6, il primo premio è stato assegnato a Chiara Schmidt (Italia, 21 anni), con il punteggio di 97/100, il secondo a Asaf Cohen (Italia, 19 anni) e a Milena Turci (Italia, 20 anni), il terzo a Sebastian Locher (Polonia, 18 anni), Pietro Dipilato (Italia, 22 anni) e Giulio Dario Pagano (Italia, 22 anni); nella categoria Chitarra/Fasce 4-5-6, il primo premio è stato assegnato a Giuseppe Squillacioti (Italia, 17 anni) e a Francesco Zoccali (Italia, 20 anni), con il punteggio di 95/100, il secondo a Davide Depredo (Italia) e a Gabriele Franzi (Italia, 23 anni); nella categoria Arpa/Fsce 3-4-5, il primo premio è stato assegnato a Emanuele Raviol (Italia, 13 anni) e a Evelien Vaneysendeyk (Belgio, 15 anni) con il punteggio di 97/100, il secondo a Ingrid Maria Roman (Romania, 15 anni) e a Ivana Cardamone (Italia, 18 anni), il terzo a Laura Marchese (Italia, 21 anni).

Le audizioni dei Giovani Talenti proseguiranno domani e lunedì. Martedì e mercoledì quelle per l’assegnazione del Rovere d’Oro.

Il Concorso Internazionale di Esecuzione Strumentale “Giovani Talenti” e “Premio Rovere d’Oro” di San Bartolomeo al Mare è organizzato dall’Associazione Rovere d’Oro (Presidente Rita Romani Arimondo, Direttore artistico Christian Lavernier) con il contributo del Comune. Si tratta di uno dei più antichi ed affermati concorsi musicali, che riunisce ogni anno nel Golfo dianese centinaia di partecipanti provenienti da tutto il mondo.

Dal 1986 l’Associazione Rovere d’Oro, ente senza scopo di lucro, organizza il Concorso Internazionale di esecuzione strumentale e vocale “Premio Rovere d’Oro”, trampolino di lancio per giovani talenti. Nel corso degli anni il Concorso è cresciuto, raggiungendo alle ultime edizioni la soglia dei 400 iscritti, provenienti da tutto il Mondo. L’associazione è stata presieduta, fino al 2005, dalla compianta scrittrice Gina Lagorio coadiuvata da sempre dalla Signora Rita Romani Arimondo, ora presidente dell’Associazione. Tanti i giudici che hanno fatto parte delle commissioni, provenienti da molti Paesi, ulteriore prova della portata internazionale del Concorso. Il segreto del successo del Rovere d’Oro sta oltre che nella sua capacità organizzativa, in grado di creare al contempo un clima famigliare e stimolante, nei premi che vengono riconosciuti, primo fra tutti il “Rovere d’Oro” appunto, ma soprattutto i concerti che vengono assegnati al vincitore di ogni sezione e le borse di studio in denaro. Il concorso è attualmente uno delle poche – se non l’unica – competizioni internazionali rimasta in Liguria mantenendo elevati livelli di qualità e quantità di iscritti. L’Associazione ha obiettivi ambiziosi per il futuro, primo fra tutti la promozione tra i giovani dell’arte e della conoscenza della musica, affinché siano sempre più consolidati nel panorama mondiale il ruolo dell’Italia e i principi ed i valori di una reale integrazione europea, che passa senz’altro anche attraverso il ricco mondo della musica.