A Cervo un buco ai margini dell’ex ferrovia, da cui si arriva in breve al Porteghetto e a Capo Mimosa, era usato dai ladri di rame per rubare cavi e centraline. Nelle scorse notti hanno fatto man bassa di questo metallo chiamato “oro rosso” perché costa fino a 8 euro al chilo. Come scrive Maurizio Vezzaro su “La Stampa” alcune settimane fa i Carabinieri avevano sgominato una banda che rubava rame nei cimiteri della Valle Arroscia.