Ieri l'associazione Alharaz ha scritto una lettera aperta al sindaco Di Ventimiglia Enrico Ioculano invitandolo a non eccedere nello zelo quando si tratti di ripulire il greto del Roja.
In particolare questa frase fa discutere

Vogliamo quindi mettere in guardia il sindaco “dall’eccesso di zelo” durante le pulizie, se si dovesse realmente tagliare la vegetazione il solo risultato sarebbe costringere centinaia di persone che avevano trovato una semi-indipendenza a riversarsi nuovamente in strada e a tornare ad appoggiarsi alla Caritas per le necessità di base.

Associazione Alharaz

Il testo integrale della lettera lo trovate qui Lettera al Sindaco
vi si denuncia anche il fatto che ci siamo più di 700 persone accampate nel Roia al momento.

Alcune domande che vorremmo porre all'amministrazione comunale

in comune sanno quante e quali siano le associazioni che operano a contatto con i migranti ? Si sa chi siano i responsabili? Si sa quali competenze e formazione hanno i volontari che ne fanno parte? Si sa che attività informativa fanno ai migranti ? Si sa quali cibi servono nei pasti? Rispettano tutte le norme ? Esiste un coordinamento Comune-associazioni presenti nel Territorio attive nell'assistenza ? Realmente vi sono più di 700 migranti nel fiume nascosti tra le piante nel greto del Roja? O di queste cose non si deve parlare?