Ventimiglia|Dopo il grandissimo successo della serata gastronomica e celebrativa dei 150 anni di fondazione dei Giardini e dei 15 anni di vita del ristorante Hanbury di Ventimiglia, settimana con doppio attesissimo appuntamento, quella prevista dal calendario di “HanburycheSPETTACOLO!”17 – Teatro in movimento e Concerti d’estate, festival di arti varie organizzato dall’Associazione Culturale “LIBER theatrum” nella magnifica cornice dei Giardini Botanici Hanbury a Ventimiglia, quasi al confine,, in C.so Montecarlo 43 fraz. la Mortola. Sotto l’egida dell’Università degli Studi di Genova, con il patrocinio di Regione Liguria e del Comune di Ventimiglia, il contributo di COOP Liguria e il supporto logistico di RADIONIZZA, blog per gli Italiani in Costa Azzurra,  Venerdì 28 Luglio alle ore 21.30 e a ingresso libero, sarà infatti ospite di “LIBER theatrum” e Diego Marangon, che coordinerà e curerà la serata, l’ex pilota di MotoGP Loris CAPIROSSI per presentare il “suo” libro, raccontato dallo scrittore Simone SARASSO “65 La mia vita senza paura” (Sperling & Kupfer editore). i cui diritti d’autore saranno devoluti alla Fondation Meninos e Meninas de Rua a.s.b.l. – ONG.

La sera successiva, Sabato 29 Luglio, ormai tradizionale appuntamento estivo con il “TANGO” agli Hanbury, con la suggestiva “MILONGA AL CHIAR DI LUNA” sulla terrazza della Villa dalle ore 22.00 e per chi volesse anticipare e rilassarsi, piccolo aperitivo dalle ore 20.00 accompagnato dal concerto jazz dei GROOVESHOT e dai suoi brani standard, con prenotazione consigliata  Prezzi diversificati: € 15,00 per l’intera serata, € 12,00 dopo le ore 22.00 solo per la “Milonga”.

Un’occasione unica e straordinaria innanzitutto per conoscere e ascoltare dal vivo il racconto di un talento verace e selvaggio: una poderosa cavalcata nella vita di Capirex, mito delle due ruote, e di Loris, campione di umanità e coraggio. Accanto a lui Simone SARASSO, scrittore di storie nere per la narrativa, di fumetti, ma anche per il cinema e la TV, che nel poco tempo libero a disposizione fa anche l’educatore in una scuola elementare.

La vita di Loris Capirossi comincia in mezzo alla polvere e alle colline romagnole: Borgo Rivola ha cinquecento anime e ci si arriva per strade che a vederle sono tutto un programma. Curve cieche e saliscendi, asfalto da piega e pochi rettilinei, ma l’odore del gas lo senti subito. È il 1990: un ragazzino di diciassette anni – al suo esordio nel Motomondiale classe 125 – è campione del mondo in sella a una Honda. Il più giovane di sempre. L’anno seguente – prima ancora di avere l’età per prendere la patente – si può fregiare del secondo titolo iridato. E non sarà l’ultimo. È così che ha inizio la leggenda: una storia di gloria, sudore e ossa rotte. Di lacrime, sorrisi e nessun rimpianto: i sacrifici di babbo Giordano e mamma Patrizia, che ipotecano la casa per scommettere sul giovane mago delle due ruote, i viaggi in furgone verso i circuiti europei e i primi aerei della vita, a solcar l’oceano; i primi amori, le sfide con amici e avversari, le scelte tormentate e gli occhi pieni di gioia sulla linea del traguardo. 328 gare, 3 titoli mondiali, 29 vittorie, 99 podi. Una carriera lunga un quarto di secolo e milioni di chilometri percorsi.

65 – La mia vita senza paura” oltre che essere un libro ben scritto, è il romanzo della vita di un grande campione, vita sportiva e vita privata di un uomo innamoratissimo e marito di Ingrid, papà orgoglioso di Riccardo e oggi – dopo aver salutato i tifosi in sella a una Ducati con il numero 58 in onore del compianto amico Marco Simoncelli – rappresentante Dorna in Direzione Gara nel Motomondiale.

Simone Sarasso, che di Capirossi ha magistralmente raccontato nelle pagine del libro l’epopea del campione Capirex, è autore di romanzi noir e storici, tra cui spicca il bestseller “Invictus” Premio Salgari 2014. Ha pubblicato racconti in diverse antologie e collabora con alcune riviste («Carmilla», «Milano Nera Web Press», «Satisfiction», «Hot»). Settanta è il secondo capitolo di una trilogia noir sui misteri e le trame della Storia d’Italia dal dopoguerra a Tangentopoli. Il primo volume, Confine di Stato (2007, finalista al Premio Scerbanenco-La Stampa 2007), è edito da Marsilio. Appassionato di velocità, insegna scrittura creativa alla NABA di Milano.

INFO: 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.comwww.libertheatrum.com

Giardini Botanici Hanbury tel. 0184 229507