Domani, lunedì 24 luglio, alle ore 10.00 l’assessore regionale all’Urbanistica Marco Scajola sarà ad Imperia, presso la Sala dei Comuni della Provincia, per partecipare al secondo dei quattro incontri previsti sul territorio per valorizzare e dismettere il patrimonio immobiliare pubblico, nell’ambito dell’intesa sottoscritta tra Regione Liguria e Agenzia del Demanio lo scorso 28 aprile.
Dopo l’individuazione dei primi 45 immobili pubblici di varia tipologia tra ville, ex caserme e case cantoniere, per essere inseriti in un ampio piano di recupero e valorizzazione, è stata avviata la raccolta di proposte di valorizzazione e gestione di immobili non più funzionali all’attività dei comuni e delle Province: ville, forti, fortificazioni, castelli, ex caserme, conventi, monasteri da destinare a finalità turistico-ricettive o produttive-logistiche.
Gli incontri sul territorio hanno lo scopo di illustrare l’accordo e gli altri canali di possibile finanziamento, che riguardano in particolare gli edifici costieri (fari, torri, ecc.) e gli immobili da valorizzare nei “cammini e percorsi” individuati da Agenzia del Demanio (Piste Ciclabili, Alta Via, Via Francigena, ecc.). Le proposte saranno selezionate da Regione Liguria e Agenzia del Demanio che ricercheranno risorse per la progettazione e gli interventi di valorizzazione, anche con l’aiuto di associazioni di categoria e dei privati.
Nel frattempo Regione Liguria ha predisposto una piattaforma telematica in cui tutti gli enti locali e gli altri Enti pubblici potranno inserire gli immobili per i quali c’è un interesse a valorizzare e dismettere, oltre ai primi 45 già inseriti.
A chiusura degli incontri sul territorio decorreranno 90 giorni utili entro i quali presentare le proposte concrete di valorizzazione e, a partire dall’autunno, Regione Liguria con Agenzia del Demanio aprirà 4 sportelli territoriali nelle province allo scopo di coinvolgere e fornire un punto di riferimento per gli Enti Locali interessati.
Dichiara l’Assessore Marco Scajola: “Attraverso questi incontri ci confrontiamo con le amministrazioni e con tutto il territorio per fare in modo che gli immobili pubblici siano riqualificati e valorizzati. Vogliamo rendere il nostro territorio più bello e organizzato senza perdere l’occasione di mettere a regime quelle realtà immobiliari non più utilizzate o comunque non sufficientemente sfruttate”.