Si è concluso ieri in tribunale a Genova il processo all’ex cuoco di Ventimiglia accusato di adescare migranti minorenni e arrestato dalla Polizia a febbraio. Il pm della procura di Genova ha chiesto due anni e due mesi per Luigi Caione, 57enne ventimigliese. Il processo per favoreggiamento della prostituzione minorile, con il rito abbreviato, andrà a sentenza il 28 luglio. Come scrive Giulio Gavino su “La Stampa” l’accusa ha concesso all’imputato le attenuanti generiche e accordato la sospensione della pena.