Il vice presidente della Camera Luigi Di Maio al valico basso della frontiera Italia-Francia a Ventimiglia, ha dichiarato: “Abbiamo informazioni da più parti che la Francia ci sta rimandando indietro anche minori. Sarebbe gravissimo, perché costituirebbe una grave violazione dei diritti dell’infanzia. All’Ue chiediamo di parlare meno e di aprire un’indagine sulla natura dei respingimenti della Francia verso l’Italia, verificando se davvero Parigi ci riporta indietro anche minori”.
“L’Ue finisce a Ventimiglia: gli italiani sono i veri europeisti – ha detto il politico del Movimento Cinque Stelle – il vero presidio di solidarietà è il Comune di Ventimiglia con Croce Rossa, Prefetto e forze dell’ordine. Oltre la frontiera c’è l’egoismo non l’europeismo. L’80% delle persone che arrivano in Italia e vogliono andare da Macron sono quelle che Macron non vuole accettare perché sono migranti economici. Se andiamo al governo la prima cosa da fare è fare pagare il conto alla Francia per i soldi che si stanno spendendo a Ventimiglia per il loro egoismo”.