E Ventimiglia perde un altro pezzo: stavolta tocca al mercatino dell’antiquariato del sabato, sfrattato quasi dall’oggi al domani e senza troppe spiegazioni dalla Giunta.
A nostro giudizio è un errore grossolano in una città che vive di commercio e vanta ambizioni turistiche. E’ di certo un’iniziativa da ripensare, ma da salvaguardare: ad esempio spostandola nella Città Alta e anticipandola al venerdì, in modo da stimolare i numerosi avventori del mercato settimanale, già presenti a Ventimiglia per quello, a scoprire il nostro bel centro storico; e naturalmente verificarne la qualità dell’offerta, affinché sia un vero mercato dell’antiquariato e non un semplice “vide-grenier”, come lo chiamano i francesi, uno “svuota soffitte” amatoriale.
Insomma meglio sperimentare nuove strade che cancellare brutalmente come è stato fatto dal Comune. Ci auguriamo che in assenza dell’assessore preposto ci pensi almeno un “Delegato”.
Carlo Iachino
Consigliere Comunale di PROGETTO VENTIMIGLIA