“Semplicemente Lavanda” a Dolceacqua sarà il secondo evento dedicato alla conoscenza e alla riscoperta di un fiore ricco di proprietà.
Vista la positiva esperienza dell’anno passato, Dolceacqua ci riprova naturalmente con qualche novità.
Quest’anno sarà l’8 ed il 9 luglio l’appuntamento si terrà in Piazza Padre Giovanni Mauro ed in Piazza Garibaldi.
Dalle ore 9 alle 22 saranno molteplici le attività di laboratorio e di gioco per adulti e bambini.
L’intrattenimento musicale e di animazione, le degustazioni libere delle prelibatezze dolci o salate, …la sfilata di sabato pomeriggio con partenza da Piazza Garibaldi della “Lavandina Dolcina” per le vie del centro storico insieme a tutti i bimbi che vorranno seguirla che donerà cartoline a tema e realizzerà il sacchettino di lavanda insieme alle “Sorelle Cugge” al termine della sfilata; il “Photobus”; “Artilù” e i laboratori nell’area dedicata…vedi il programma dell’evento.
Vi saranno inoltre visite guidate al Castello Doria ed alla sala della cultura contadina della Val Nervia oltre che alla nuovissima “Sala Multimediale Grimaldi – Doria” dedicata al legame storico tra le due famiglie. Aperto dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15:30 alle ore 18. L’enoteca regionale della Liguria sarà aperta per degustazioni di Rossese, di olio da olive taggiasche e di prodotti tipici locali.
Informazioni presso l’ufficio informazioni turistiche di Dolceacqua:
0184 206666
iat@dolceacqua.it

Tante quindi le attività a tema proposte per un pubblico variegato che si attende numeroso.
Il paese vestirà di color lavanda per l’occasione, grazie anche alla collaborazione delle attività commerciali e sarà cosa suggestiva.
L’evento è stato organizzato dall’Ass. Arte & Party.

L’entroterra della Val Nervia come del ponente ligure tutto, insieme alle valli a ridosso delle Alpi Marittime, tra il confine francese ed il Colle di Nava, raccontano di una ricca tradizione nella coltivazione e distillazione della lavanda. La coltivazione era fiorente fino agli anni settanta. Attualmente ridotta la coltivazione di questo interessante fiore, vanta ancora tante piccole ma scollegate realtà di operatori che producono essenza e prodotti derivati.
Dolceacqua ha ricordo ancora vivo della lavanda nei suoi campi e non vuole perdere questa ricchezza quasi soffocata dalla concorrenza provenzale che ha saputo “cogliere l’attimo”, rivalutare intere campagne nel modo consono al territorio locale e fare della lavanda il simbolo della Provenza insieme alla cicala.
Negli ultimi anni, grazie al prezioso supporto dell’Associazione Lavanda Riviera dei Fiori, i comuni iscritti hanno fatto gruppo, per ridare alla lavanda il posto che merita nella cultura contadina locale. Un territorio “fatto a scalini” comporta molto lavoro ed impegno economico ma la qualità del lavorato fà la differenza e non ha eguali.
L’augurio di Dolceacqua e di tutte le forze in campo, è che possano sorgere nuove iniziative volte a favorire il ritorno di fiorenti coltivazioni di lavanda di qualità in tutto il territorio imperiese. Per questo è stato organizzato “Semplicemente Lavanda”.