In relazione alle dichiarazione fatte ai giornali dal dottor Marco Sarlo, direttore Hotel Royal di Sanremo, la Confcommercio di Sanremo intende precisare quanto segue :
• Fino a prova contraria i commercianti di Sanremo – imprenditori – continuano ad investire nelle loro attività e tengono aperti i loro negozi per 365 giorni all’anno , senza chiudere mai per ferie, malgrado la forte crisi. Contestualmente negli ultimi anni sono fortemente aumentate le aperture domenicali e nei mesi estivi di maggiore affluenza turistica anche le aperture serali.
• Per dovere di verità ci sembra, invece, che il prestigioso Hotel Royal, diretto dal dottor Sarlo, continui a chiudere i battenti per ben tre mesi all’anno, con quantomeno danno d’immagine.
• Confcommercio di Sanremo conferma tutte le sue perplessità e timori per le ricadute sul tessuto commerciale cittadino , ma soprattutto per ciò che potrebbe accadere al commercio in generale alla luce di altre esperienze negative in Italia
• Tutti si augurano che qualsiasi operazione commerciale porti benessere alla città. Ma qui si parla ancora una volta di un milione e 300mila visitatori l’anno? Vorrebbe dire 3560 persone al giorno, se non il doppio visto che in inverno le visite sarebbero minori: tanto per capire metà abitanti di Taggia tutti in un colpo all’outlet. E la Valle Armea? E lasciamo perdere i cinesi, che vanno a Firenze perché è Firenze e non perché c’è l’outlet …
• Non capiamo infine le continue critiche gratuite ad un comparto -il commercio – che malgrado tutto resta il pilastro portante dell’economia di Sanremo e da lavoro a migliaia di persone
Il Presidente di Confcommercio Sanremo
Andrea Di Baldassarre