Alle ore 14.50 di ieri è giunta alla Sala Operativa di questa Capitaneria di Porto – Guardia Costiera, per il tramite dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Sanremo, una segnalazione da parte del titolare dei Bagni San Giuseppe di Ventimiglia, in merito ad un ragazzo, tuffatosi a mare con indosso i propri indumenti e non visto più rientrare a riva, presso la spiaggia nelle vicinanze della foce del fiume Roja.
Si è proceduto subito ad inviare in zona la motovedetta CP 2094 della Guardia Costiera di Sanremo. Nel frattempo, dalle prime ricerche ed indagini svolte a terra, si reperivano le generalità del giovane, A.M., di nazionalità sudanese, di circa 18 anni, fornite da una conoscente, che pare l’abbia visto scomparire in mare a pochi metri da riva, mentre cercava di recuperare le proprie scarpe.
Le ricerche in mare, iniziate tempestivamente non appena appresa la tragedia, sono proseguite con il supporto anche del battello pneumatico GC094 della Guardia Costiera di Sanremo, della M/V CP715 della Guardia Costiera di Imperia e del guardacoste GDF-V2066 della Sezione Navale della Guardia di Finanza di Imperia. Dalla base elicotteri della Guardia Costiera di Sarzana è decollato l’AW139 “Nemo 04”, che ha effettuato il sorvolo della zona, integrando la ricerca dei mezzi di superficie.
Da Genova è intervenuto il nucleo sommozzatori della Guardia Costiera, e proprio i subacquei, alle 19.40 circa, hanno rinvenuto il corpo, purtroppo senza vita, del giovane su di un fondale di circa 6 metri, a poca distanza dalla riva.
Il corpo, a bordo del battello pneumatico GC094, è stato trasferito nel porto di Bordighera e sbarcato alle ore 21. circa, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, per accertare l’esatta dinamica dei fatti.