Si esce da Via Palmaria a La Spezia con le ossa rotte, dopo una prova deludente che vede il PGS Canaletto chiudere i conti fin dai primi minuti di gara. Deludente l’approccio alla gara dei bordigotti che oltre a pagare l’evidente divario fisico, cede sul piano mentale e le insicurezze si concretizzano su quel 34 a 7 di prima frazione. Sette interminabili minuti prima di scrivere a referto un libero, inaccettabile. Nel secondo quarto si cerca di risalire la china ed il 18 a 16 a nostro favore, ci manda negli spogliatoi sul 50-25. Tornati sul campo si ha l’illusione di ricominciare da quanto fatto di buono prima del riposo ma è un fuoco di paglia: perentorio il parziale di 21-3. Nella quarta frazione c’è spazio per tutti da ambo i lati e si può registrare nuovamente un quarto vinto per 19-12 ma il divario oramai è abissale. Si deve quindi ripartire dal risultato di 83-47 ed attendere gara 2 di giovedì al Palasport di Bordighera con il morale pieno di cerotti.
“C’è davvero poco da aggiungere a questa nostra prova deludente – commenta Gabriele Alessio “Il PGS Canaletto si rivela la nostra bestia nera ed un Team fuori portata. La lungimiranza nel territorio spezzino, che vede società, spesso avversarie agguerrite, confluire in progetti comuni vincenti porta a questi ottimi risultati. Lo scorso anno siamo stati in grado di battere “un 50%” di questo Super Team. La stagione ci ha visto spuntarla sull’altrettanto forte MyBasket di Genova e onorare per quanto possibile le serie Finali. Colgo quindi tutto il buono che fino ad ora è stato fatto per questi ragazzi ma auspico in un immediato futuro una collaborazione più oculata per ricordare alla regione Liguria che esiste anche il territorio di Ponente. Giovedì prossimo daremo tutto il possibile per una gara che vedrà sul parquet le due compagini arrivate fino in fondo.”

PGS Canaletto – Rari Nantes Bordighera 1946: 83-47 (34-7/50-25/71-28)
Filocamo 4, Iamundo 17, Pallanca 6, Bettonagli 8, Torrieri, Pellegrino, Cossu, Conte 2, Bruno 7, Mancuso 3, Cosentino, Galluccio. Allenatore: Gabriele Alessio Accompagnatore: Mauro Cosentino