Dopo la sfortunata e rovinosa trasferta in terra spezzina, dove si affronta il PGS Canaletto con Iamundo fuori dai giochi dopo soli 8 minuti e Bettonagli tenuto per lunghi periodi a riposo, il resto del Team cerca di arginare la falla ma soccombe con un perentorio 85-44 che di fatto non cambia nulla sul piano della classifica se non di abbattere moralmente i giovani atleti. La redenzione arriva però presto, per la precisione in un giovedì sera al Crocera Stadium di Genova, dove si affronta il forte MyBasket che come noi concorre per l’unico posto nella serie finale contro gli spezzini. I genovesi scendono in campo privi di un giocatore chiave, per onore di cronaca e sul nostro fronte, dobbiamo registrare il forfait all’ultimo istante di Cosentino, regista del gioco. Il 63-56 finale a nostro favore, dovrebbe mettere una ipoteca sul capitolo conclusivo, ma il condizionale è d’obbligo.
Ieri sera si è giocato il penultimo match al Palasport di via Diaz, ospite l’Alcione Rapallo. I genovesi arrivano forti dell’aver regolato sia il Canaletto, sia il MyBasket Genova, entrambi risultati piuttosto inaspettati e sorprendenti. Si deve dunque affrontare la gara con le pinze. La Ranabo inizia la gara con il piglio giusto, ma gli ospiti rispondono ad ogni nostro canestro. Ben sei a referto tra i padroni di casa, a dimostrazione di un buon gioco collettivo e 14-8 sulla prima sirena. I padroni di casa aumentano i giri del motore ed assestano un perentorio 19-5 nella seconda frazione per un 33 a 13 rassicurante all’intervallo lungo. Nel terzo periodo gli avversari chiudono la loro area con accorgimenti tattici ma i bordigotti arrivano pronti e nonostante cali il divario del parziale che sarà di 13 a 9, si assito a delle penetrazioni tra gli spazi angusti nella zona pitturata e degli scarichi che verranno trasformati in centri da fuori. Il quarto periodo dove Giorgio Mancuso scrive a referto 10 punti, conditi da due triple in pochi minuti, fissa il distacco finale sul 66 a 30. Domenica mattina ospiteremo il Tigullio Sport Team e poi attenderemo di sapere se meritiamo di giocare le Finali Elite Under 13, campionato che va sempre ricordato essere il più competitivo in regione.

Ranabo 1946 – Basket Alcione Rapallo: 66 – 30 (14-8/33-13/46-22)

Filocamo 3, Iamundo 11, Pallanca 10, Bettonagli 6, Torrieri 2, Pellegrino 4, Conte, Bruno 4, Cosentino 6, Mancuso 12, Cirillo 6, Galluccio 2. Allenatore: Gabriele Alessio Accompagnatore: Mauro Cosentino


Under 14: la Ranabo 1946 vince sul Sea Basket Sanremo

Con un netto 83 a 65 la Rari Nantes Bordighera 1946 Assicurazioni Rolando, passa sul campo del Sea Basket Sanremo e chiude la fase orologio al terzo posto, scavalcando proprio i matuziani di Coach Mauro Bonino e piazzandosi dietro alla Pallacanestro Loano e al Basket Ceriale. Alla luce di questo risultato, si dovrebbe accedere ai playoff come migliore terza squadra assieme alle sei squadre classificatesi prime e seconde dei tre gironi liguri e ad una seconda migliore terza per completare il tabellone dei quarti di finale. Ma attendiamo l’ufficialità dei comunicati FIP. Un risultato che fa l’eco alla scorsa stagione, essendo la Ranabo l’unica squadra ad accedere ai playoff, nonostante lo scorso anno il gruppo fosse interamente costituito da soli nati 2004, mentre in questa stagione si è potuto contare sull’apporto di cinque atleti nati 2003.
La gara ha visto i bordigotti assestare subito un convincente 29 a 12 nella prima frazione di gara, con molti atleti che scrivono già il loro nome a referto. Si rifanno sotto i padroni di casa che accorciano a 35-45 il divario all’intervallo. I sette 2004 in gara sono appena rientrati da Rimini con 5 gare nelle gambe, ma l’energia non viene certo meno ed un indiavolato Iamundo accompagnato dalle triple di Scintu e Bortolozzo fa calare il sipario già al terzo quarto. I sanremesi tentano di rientrare in gara ma Coach Marco Di Stefano può tranquillamente far ruotare tutti i propri giocatori fino allo 83 a 65 di fine gara.

Sea Basket Sanremo – Ranabo 1946: 65 – 83 (12-29/34-45/45-68)
Bortolozzo 13, Filocamo, Iamundo 30, Cossu, Gargano, Bruno 6, Cosentino, Mancuso 3, Scintu 17, Molinari 11, Condró 3. Allenatore: Marco Di Stefano