A Sanremo in 283 hanno fatto domanda per un posto da funzionario in Comune. Un incarico diventato vacante in seguito all’inchiesta della Finanza sui “furbetti” del cartellino, che ha liberato 13 posti di lavoro con altrettante future assunzioni che avverranno tramite mobilità o concorso pubblico. Come scrive Paolo Isaia sul “Secolo XIX” il Comune cerca geometri, architetti, ingegneri laureati in giurisprudenza per posti di livello D (capiservizio) nei settori Lavori pubblici e Territorio e per l’Ufficio legale. Sono più di 300 le domande presentate per entrare a Rivieracqua, società consortile che gestisce il servizio idrico integrato.