Simona Del Vecchio, 50 anni, ex primario di Medicina legale dell’Azienda sanitaria imperiese, licenziata per un’inchiesta che la vede coinvolta (con il rinvio a giudizio) per presunte false certificazioni di morte, è stata assunta dall’Asl di Savona nella guardia medica.
Come scrivono Mario De Fazio e Paolo Isaia sul “Secolo XIX” la Del Vecchio è accusata di truffa ai danni dello Stato, falso ideologico (avrebbe compilato false attestazioni di decesso senza visionare le salme) e peculato, per il presunto uso personale dell’auto di servizio per fare la spesa.