La Cassazione ha annullato le assoluzioni per i 10 presunti boss della ‘ndrangheta in Liguria e in Basso Piemonte, imputati nel processo d’appello “Maglio 3”. I dieci (Onofrio Garcea, Lorenzo Nucera, Rocco Bruzzaniti, Raffaele Battista, Antonino Multari, Michele Ciricosta, Benito Pepè, i fratelli Francesco e Fortunato Barilaro e Antonio Romeo) erano stati assolti anche in primo grado. Per l’accusa Ciricosta, Pepè e i fratelli Barilaro erano i referenti della locale imperiese.