ARGENTINA 1 (Lo Bosco 55’) – PONSACCO 2 (Montecalvo 3’, Masini 73’)

ARGENTINA: 1.Manis, 2.Garattoni, 3.Guidotti, 4.Bregliano, 5.Tos, 6.Castaldo, 7.Colantonio, 8.Acampora, 9.Lo Bosco, 10.Costantini, 11.Diallo. A disp: 12.Trucco, 13.De Souza, 14.Balla, 15.Lopez Tardioli, 16.Leggio, 17.Celotto, 18.Moro. All: Carlo Calabria

PONSACCO: 1.Cirelli, 2.Petri, 3.Gemignani, 4.Mazzanti, 5.Anichini, 6.Balleri, 7.Montecavlo, 8.Fall, 9.Gomes De Pina, 10.Masini, 11.Menichetti. A disp: 12.Doveri, 13.Fabozzi, 14.Cagiano, 15.Buselli, 16.Gargani, 17.Borselli, 18.Bagnoli, 19.Benvenuti, 20.Braglio. All: Giovanni Maneschi

DIRETTORE DI GARA: sig. Daniele Virgilio di Trapani

ASSISTENTI: sig.Sergiu Petrica Filip di Torino e sig. Vincenzo Blasi di Torino

Con due tiri in porta nell’arco dei 90’ il Ponsacco espugna lo Sclavi e raggiunge l’Argentina a 41 punti in classifica. In virtù della sconfitta del Finale con la Fezzanese i play off rimangono sempre a 3 punti di distacco, ma con l’Unione Sanremo che vince a Montecatini i cugini matuziani sono ora due punti sopra gli Armesi. I primi ad andare in gol sono i toscani con Montecalvo al 3’, che subito ghiaccia i padroni di casa con un destro rasoterra che passa in mezzo alle gambe di almeno tre difensori rossoneri. L’Argentina non si scompone e conduce il gioco fino a termine primo tempo, senza però avere occasioni nitide. Al ritorno dagli spogliatoi, con l’ingresso di De Souza al posto di Acampora, gli armesi si fanno sempre più aggressivi, schiacciando il Ponsacco nella sua tre quarti e alla fine pervengono al pareggio con Lo Bosco, al 55’, con un rasoterra a fil di palo. A questo punto gli ospiti appaiono disorientati, ma i padroni di casa non riescono a dare la stoccata decisiva, nonostante il maggior volume di gioco in attacco. E’ al 73’ però che si compie il dramma per i ragazzi di Mister Calabria: Gomes svirgola un tiro e serve involontariamente Masini. Quest’ultimo non ci pensa due volte e di destro trafigge Manis per il definitivo 2-1 in favore del Ponsacco. Poi è solo Argentina, ma nonostante le tante occasioni, specialmente di Lo Bosco e Colantonio allo scadere, il risultato non cambia.

Mister Giancarlo Calabria: “Abbiamo trovato il pareggio strameritatamente, però poi forse, siamo stati troppo presi dalla foga di vincere e non siamo stati attenti. Si è fatta sentire anche la mancanza di Compagno in attacco, importante punto di riferimento”.