Dopo il successo ottenuto lo scorso anno con il Trittico Dantesco, torna una iniziativa organizzata dall’Accademia della Pigna in collaborazione con il Grand Hotel Londra, la più antica casa alberghiera di Sanremo. Per il mese di aprile 2017 l’Accademia della Pigna ha approntato un programma di incontri di cultura specialistica particolarmente incentrati sul Medioevo, sull’araldica e sulla produzione letteraria dei giullari italiani. È nato così il “Trittico Araldico” che vedrà intervenire diversi ospiti, artisti e docenti dalla Riviera e dalla Francia. Mercoledì 5 aprile è prevista l’apertura con un omaggio a Giovanni Santi-Mazzini, studioso di araldica sanremese scomparso alcuni anni fa e autore di un corposo trattato di Araldica edito da Mondadori. In questa occasione il docente di Araldica ed Emblematica dell’Accademia matuziana, Freddy Colt, parlerà su “Araldi e araldisti nei secoli”, illustrando la nascita della scienza araldica, la figura dell’araldo medievale, per giungere allo studio accademico della disciplina degli stemmi e degli emblemi.
Mercoledì 12 è in programma la lezione di un importante studioso italianista francese, il professor Michel Orcel, docente, ricercatore, traduttore di classici italiani, il quale presenterò la sua ultima fatica, il “Dictonnaire raisoné des Divises” ovvero un dizionario dei motti araldici di tutta Europa, un lavoro monumentale che viene per la prima volta presentato in Italia.
La conclusione del Trittico si terrà di domenica, in data 23 aprile, festa di San Giorgio patrono dei cavalieri: si concluderà con le arti sceniche presentando alcuni testi giullareschi italiani interpretati dall’attore Max Carja, insieme a musiche dell’epoca eseguiti con strumenti medievali da Andrea Novella e Lara Manis. La figura del giullare e le sue produzioni in Italiano antico saranno introdotte dall’Accademico Marco Innocenti e dal giovane studioso Davide Fassola.
Tra una settimana circa, appuntamento alla Sala Napoleone del Londra in corso Matuzia, per la conferenza di Freddy Colt con inizio alle ore 18.
Ai docenti e agli studenti viene rilasciato un attestato di partecipazione alle singole conferenze.