Si terrà in questo fine settimana, sabato 25 e domenica 26 marzo, la sesta edizione del Festival Du Livre Monaco.
Appuntamento letterario sempre più sentito, non solamente dal pubblico locale, ma anche a livello nazionale ed internazionale, l’evento quest’anno avrà molto di italiano al suo interno: saranno infatti quattro gli autori nostrani invitati alla manifestazione, su vivo sollecito dell’ambasciata Italiana, giacché la nostra è la comunità numericamente prevalente nel Principato.
Il Salone verrà inaugurato appunto sabato 25 Marzo da Jean-Louis Debré, ex ministro dell’interno nel 1995, e Presidente dell’Assemblea Nazionale nel 2002, alle 18.30, a Le Méridien Beach Plaza.
La domenica vedrà protagonisti settanta tra scrittori e artisti, che saranno a disposizione del pubblico per entrare nel dettaglio delle loro opere.
I quattro autori nostrani presenteranno i loro ultimi lavori, per altro di altrettanti generi letterari differenti.
Paolo Veziano sarà presente con “Ombre al Confine”, che idealmente si gemellerà col libro di Pierre Abramovic, in quanto entrambi narrano la storia del Principato di Monaco nel periodo dell’occupazione nazista.
Giovanni Nikiforos promuoverà il suo libro fantasy “Elial”, edito da Atena, la cui storia ruota intorno alla figura del giovane Elial, il figlio dei Due Popoli, erede inconsapevole di stirpi che affondano le proprie radici negli elementi primordiali: il potere di cui è depositario potrà portare alla sopraffazione totale di ogni cosa buona o al ristabilirsi dell’equilibrio e del benessere. Quest’opera sta riscuotendo interesse anche a livello cinematografico, giacché la produttrice Antonella Mennuni, della società “Swiss Art Movie Music”, proporrà dei brani del libro all’attrice Francesca brusa Pasque.
Quindi ci sarà Giorgio Cesati Cassin, col romanzo autobiografico “Il Ritorno tra i vivi”, scritto in qualità di medico allievo di Lai.
Infine, ma non meno importante, Danilo Ballestra, porterà il suo romanzo storico ” Tirati a sorte” che sorprende per la sua estrema attenzione al dettaglio, ambientato nel post terremoto del 1887, che lasciò un territorio sconvolto, ma pronto a ritornare in auge.
La versione e-book dei romanzi sarà disponibile sul portale del Salone (http://librairienumeriquemonaco.com/fr/) per un anno, scaricabili gratuitamente, senza oneri né per gli autori né casa editrice.
Il Festival du Livre è gemellato con la cittadina di Le Castellet nel Var, dove in ottobre andrà in trasferta.
Per l’occasione, questo fine settimana, sono stati altresì invitati i sindaci di Ventimiglia, Bordighera, Sanremo, Arma di Taggia giacché piacerebbe agli organizzatori della manifestazione creare un legame tra il Salone e le cittadine liguri.
Un evento culturale imperdibile per gli appassionati di letteratura internazionale, e soprattutto italiana.
Marisol BERTERO