Leggo che il Pd avrebbe abbandonato una riunione di giunta nella quale sarebbe stato discusso dell’affidamento ad Assonautica, senza gara, della gestione di Calata Cuneo.
Non conosco le motivazioni del Pd, partito che spesso si muove secondo logiche che sfuggono alla umana comprensione. Tuttavia posso immaginarle.
Devo dire, però, che questa iniziativa, dal chiaro sapore elettorale, mi lascia perplesso, per usare un eufemismo.
La gestione degli approdi turistici di Calata Cuneo, potenzialmente molto redditizia, è da sempre curata dal Comune di Imperia tramite una sua società.
Se fosse vero che il Sindaco e parte della maggioranza sta studiando il modo per darla ‘senza gara’ ad Assonautica, rinunciando a consistenti introiti per il Comune di Imperia, credo si debba aprire un dibattito serio e ragionato.
Francamente non vedo il motivo o la ragione per una tale scelta. A parte le evidenti motivazioni elettorali, ovviamente.
Assonautica pare sia in difficoltà, tuttavia la soluzione non è assegnarle, senza gara, la gestione di un approdo pubblico che rende molto al Comune di Imperia.
Credo che la gestione debba rimanere pubblica, possibilmente un po’ più manageriale di oggi, e gli incassi pubblici. Poi, è certamente auspicabile che Comune contribuisca in modo consistente e trasparente alle iniziative di Assonautica, quando meritevoli e di prestigio, come senza dubbio le Vele d’Epoca.
Giuseppe Fossati
Imperia Riparte