Dopo oltre 20 anni dal furto torna al Museo di Sant’Agostino la statua d’avorio di Sant’Antonio abate realizzata nel Seicento dal grande scultore barocco tedesco Georg Petel.
La statua, in blocco unico di avorio, è stata ritrovata dai Carabinieri del Nucleo tutela patrimonio artistico di Genova in un’importante casa d’aste che, “battuta” a 40 mila euro, stava per spedirla all’acquirente in Francia. La statua sarebbe stata posta all’asta da un privato che l’aveva ricevuta da un famoso restauratore.