Presentazione sabato in Biblioteca Aprosiana a Ventimiglia per “Camporosso e il suo santo” scritto da Lilia De Apollonia, con molto pubblico, attentissimo durante tutta la presentazione. Del comune di Camporosso erano presenti il sindaco Davide Gibelli, il vicesindaco Stefano Morabito, l’assessore Cristiana Cieli. Molto interessati alle vicende narrate dall’autrice e dalle letture di pagine scelte tratte dal volume, gli intervenuti hanno potuto acquistare il libro, parte dei proventi vanno al restauro di un monumento antico della cittadina della Val Nervia. Il testo ripercorre le vicende storiche del borgo, ne illustra anche con accattivanti foto i monumenti religiosi e non, ed è nato per rendere omaggio al Padre Santo, a 150 anni dalla morte. Un personaggio amatissimo, il frate cappuccino, da genovesi e camporossini, che la scrittrice De Apollonia e Il sindaco Gibelli hanno voluto così ricordare a chi ne conosceva solo il nome. A presentare gli interventi di Gibelli e dell’ autrice, il giornalista Marco Corradi, mentre gli attori Graziella Tufo e Jacopo Colomba hanno letto momenti particolari della storia di Padre Francesco Maria, che è il terzo santo della provincia, dopo Lantrua di Triora e Leonardo da Portomaurizio, di un secolo precedenti il religioso, nato come loro nel ponente e santificato da Giovanni XXIII.