Il Casinò di Sanremo ha licenziato il croupier finito sotto indagine a febbbraio con l’accusa di essersi impossessato di 200 euro a un tavolo della roulette. Una simile procedura è stata avviata per un usciere che si sarebbe reso responsabile della sottrazione di una medaglia del presidente della Repubblica esposta nei corridoi del Casinò. Come scrive Giulio Gavino su “La Stampa” il croupier licenziato è Gianni Colangeli, sessantenne con un’esperienza trentennale ai tavoli verdi, eletto nel 2016 nel direttivo del sindacato Snalc.